Attenzione! Per visualizzare al meglio il sito e usufruire di tutte le funzionalità messe a disposizione
si consiglia di aggiornare la versione in uso di Internet Explorer alla versione 8 o superiore. Grazie!

Inserisci il tuo NUMERO TESSERA e l'indirizzo e-mail già registrato per recuperare i tuoi dati anagrafici ed effettuare il passaggio al nuovo sito:



Abbiamo inviato una e-mail all'indirizzo che ci hai indicato. Accedi alla tua casella di posta e segui le istruzioni inserite nella e-mail per completare il passaggio.
28 novembre 2018

Tumore della prostata e qualità della vita

L’Area Sanità della Fondazione ISTUD (Istituto Studi Direzionali), supportata da Bayer, in occasione del XIX Congresso Nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) svoltosi a Roma dal 16 al 18 novembre 2018, ha presentato uno studio di medicina narrativa che ha raccolto le testimonianze di 50 pazienti affetti da carcinoma prostatico in fase avanzata e 50 familiari, oltre che il contributo di operatori sanitari. A fronte di una sopravvivenza elevata e quindi di una cronicizzazione, gli effetti della malattia (e spesso della mancanza di un approccio multidisciplinare comprendente anche le cure palliative, ndr) sulla qualità di vita sono pesanti, con un 62% di pazienti allettati e conseguenze anche sulla sessualità.

Daniela Martinelli (daniela.martinelli@asst-mantova.it)

Per supporto ed assistenza:
Gisella Serù – Segreteria Operativa
Tel. + 39 02 29002975
E-mail: segreteria.operativa@sicp.it

PrivacyPrivacy Immagini
DisclaimerCookie Policy

Seguici su: facebook

Società Italiana di Cure Palliative
via I. Rosellini, 12, 20124 Milano
P.I. 07803800965 — C.F. 97072780154
© 2014-2018 Tutti i diritti riservati.

Realizzazione: TESISQUARE®