Autore: Guadalupe Nettel
Pagine: 224
Prezzo: 16,90 euro
Codice ISBN: 978-88-8373-383-3
Edizione: La Nuova Frontiera
Anno: 2020

‘In Nepal aveva visto gruppi di monache che disegnavano i mandala di polveri colorate nel cortile del loro monastero. Potevano trascorrere giorni interi a realizzare sulla pavimentazione disegni belli e complessissimi, che rappresentavano la dimora di un buddha o di un bodhisattva nella nostra coscienza. Una volta terminato, il disegno era così grande da coprire l’intera superficie dello spiazzo frontale. Lo lasciavano lì per un paio di giorni perché la gente lo vedesse, poi lo disfacevano con le scope, come esercizio collettivo di distacco, ma anche come promemoria del fatto che nulla di ciò che costruiamo dura per sempre.’

‘La figlia unica’ è Inés che secondo i medici non sopravvivrà a lungo dopo il parto. E che costringe i suoi genitori a confrontarsi con la morte quando ancora la vita non è cominciata.

Figlia unica è Laura che non vuole essere madre ma si ritrova a dover accudire il figlio della vicina di casa (oltre che ad assistere alla nascita di un piccioncino – o forse di un cuculo europeo?).

Figlia unica è anche Doris, che si porta dentro il dolore di una vita diversa da quella che avrebbe voluto.

Daniela Martinelli (martinellidaniela75@gmail.com)


RISORSE

CONSULTA QUI la pagina dedicata al libro sul sito dell'Editore VAI

Iscriviti alla newsletter