La Pianificazione Condivisa delle Cure (PCC) viene così delineata nell’articolo 5 della legge 219/17: “Nella relazione tra paziente e medico (omissis), rispetto all’evolversi delle conseguenze di una patologia cronica e invalidante o caratterizzata da inarrestabile evoluzione con prognosi infausta, può essere realizzata una pianificazione delle cure condivisa tra il paziente e il medico, alla quale il medico e l’equipe sanitaria sono tenuti ad attenersi …’

Per realizzare una efficace PCC il medico in generale, ma il MMG in particolare, dovrebbe saper affrontare    un percorso articolato   che nelle prime fasi prevede l’identificazione precoce dei malati con bisogni di Cure Palliative, la comunicazione e la PCC. La comunicazione per essere efficace dovrebbe essere strutturata con un processo basato su una sequenza logica e soprattutto dovrebbe favorire l’espressione di desideri, preferenze e priorità del malato. Questo processo di comunicazione potrebbe trovare supporto in uno strumento, validato a livello internazionale, che possa fungere da guida.

RED MAP, ideata in Scozia e diffusa in tutto il Regno Unito, viene comunemente utilizzata dal General Practitioner per comunicare con i pazienti e familiari e procedere per step alla PCC. La guida scandisce la tempistica ed i temi del colloquio e fornisce indicazioni pratiche e suggerimenti di frasi per poter condurre nel tempo una buona conversazione con il malato ed eventualmente con i suoi familiari nel rispetto della dignità della persona che ha una ridotta aspettativa di vita. Il colloquio potrebbe non concludersi in un solo incontro, ma potrebbe svolgersi a più riprese ed in momenti e con interlocutori diversi rispettando sempre e comunque la sequenza temporale indicata dall’acronimo.

Un gruppo di Medici di Medicina Generale con particolare interesse in Cure Palliative (MMGcpiCP) ha recentemente curato la traduzione e l’adattamento culturale di RED MAP per permetterne la diffusione come tecnica comunicativa strutturata utile alla PCC.
La bozza della versione italiana è stata sottoposta ad un gruppo di revisori esterni (psicooncologo, bioeticista, Infermiera e palliativista) e successivamente a due MMgCpiCP rappresentativi in ambito CP. Al termine del processo di revisione Il gruppo di lavoro ha quindi definito la versione italiana di RED MAP e l’ha presentata nel giugno 2021 durante un percorso on line di formazione nazionale curato da SIMG.

La versione italiana di RED MAP è stata accolta come poster al Congresso 2021 della Società Europea di Cure Palliative (EAPC)

Alessandro Guerroni (alessandro@studioguerroni.it)


ALLEGATI

RED MAP (Italiano)
Guida alle discussioni in merito alla PCC
SCARICA

RED MAP
Testi a fronte - Inglese e Italiano
SCARICA

Iscriviti alla newsletter