Shannen Doherty è un nome noto alla generazione anni 80 e 90 per il suo ruolo in alcune indimenticabili serie cult della TV. In un’intervista su un giornale di moda parla del suo tumore in fase avanzata. Che un periodico che tratta di argomenti decisamente più frivoli dedichi un pensiero alla morte può permettere anche ai più di riflettere anche solo per un momento su cosa significhi essere malati di un male in fase avanzata, su come la malattia cambia le tue priorità, su come la pandemia ha inciso sulle scelte sanitarie e aggravato le paure di molti. Le reazioni dell’attrice sono le domande che spesso ci pongono i nostri pazienti. Perché proprio a me? Cosa ha fatto di male per meritarmelo? Io non sono la mia malattia. Voglio lasciare qualcosa di me alla mia famiglia e ai miei amici perché mi ricordino dopo la mia morte.

Daniela Martinelli (danimartin@libero.it)

Iscriviti alla newsletter

VAI