Con il decreto interministeriale del 23 dicembre 2015 vengono normate le nuove modalità di emissione della carta d’identità elettronica che, oltre ai dati anagrafici, potrà contenere ulteriori informazioni, fra cui anche la dichiarazione sulla propria volontà di donare organi e tessuti ai fini del trapianto.

L’articolo 16 del decreto prevede infatti che, in sede di rilascio o rinnovo della carta d’identità, il cittadino possa dichiarare anche il proprio consenso o diniego alla donazione degli organi; i Comuni assolveranno poi l’onere di trasmettere tale informazione al Sistema Informativo Trapianti. L’art. 16 intitolato Donazione di organi e tessuti recita:

  1. Il cittadino maggiorenne, in sede di richiesta al Comune di rilascio della CIE, ha facoltà di indicare il proprio consenso, ovvero diniego, alla donazione di organi e tessuti in caso di morte.
  2. L’indicazione di cui al comma 1 è trasmessa dal comune al Sistema Informativo Trapianti con le modalità indicate nell’allegato B.
  3. Nel caso in cui il cittadino intenda modificare la propria volontà precedentemente registrata nel SIT, si deve recare presso la propria ASL di appartenenza oppure le aziende ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale o i Centri Regionali per i Trapianti (CRT), o – limitatamente al momento di rinnovo della CIE – anche presso il Comune.

Per gentile concessione di BD News Gruppo di Biodiritto.

Luciano Orsi (luciano.orsi@aopoma.it)


ALLEGATI

Decreto ministeriale interno 23-12-2015 SCARICA

Allegato Decreto 23-12-2015 SCARICA

Iscriviti alla newsletter